Corporate GovernanceControllo interno e gestione rischi

Attori del Controllo interno e gestione rischi 

Il sistema di controllo interno e gestione rischi di Gruppo Waste Italia coinvolge tutte le funzioni della società con ruoli e responsabilità specifici.

attori

  • Consiglio di Amministrazione

    La responsabilità del sistema del controllo interno e di gestione dei rischi appartiene di fatto al Consiglio di Amministrazione che ne stabilisce le linee di indirizzo e la gestione dei rischi aziendali. La nomina del Comitato Controllo Rischi infatti non comporta la sottrazione al Consiglio dei compiti e delle responsabilità relative al dovere di vigilanza sull'andamento della gestione, ma certamente questo Comitato è un importante supporto informativo e di consultivo utile al Consiglio di Amministrazione per avere un monitoraggio attento e costante del sistema di controllo interno

  • Amministratore delegato

    Il presidente e amministratore delegato cura l’identificazione dei principali rischi aziendali e dà esecuzione alle linee guida del sistema di controllo interno.

  • Collegio sindacale

    Il Collegio Sindacale, l’organo societario che vigila sulla corretta amministrazione, in particolare sull’adeguatezza dell’assetto organizzativo, amministrativo e contabile adottato dagli amministratori e sul suo concreto funzionamento

  • Comitato per il controllo rischi

    Il Comitato per il Controllo Rischi, analizza le risultanze delle attività di audit sul Sistema di Controllo Interno e relaziona periodicamente al Consiglio di Amministrazione sulle eventuali azioni da intraprendere

  • Organismo di Vigilanza

    l’Organismo di Vigilanza interviene nell’ambito delle sue attività di vigilanza sui reati societari previsti dal Decreto 231, identificando scenari di rischio e verificando in prima persona e utilizzando ove servisse consulenti esperti dedicati, il rispetto dei presidi di controllo. Inoltre, monitora il rispetto e l’applicazione del Codice Etico

  • Amministratore esecutivo incaricato

    L’amministratore incaricato del sistema di controllo interno e di gestione dei rischi cura l’identificazione dei principali rischi aziendali ed esegue le linee di indirizzo definite dal CdA. Si occupa anche dell’adattamento del sistema di controllo interno alla dinamica delle condizioni operative e del panorama legislativo e regolamentare e ha il potere di chiedere di chiedere alla funzione di internal audit lo svolgimento di verifiche su specifiche aree e sul rispetto delle regole e procedure interne, dandone comunicazione al presidente del Consiglio, al presidente del comitato controllo e rischi e al presidente del collegio sindacale.

  • Dirigente preposto alla redazione dei documenti contabili

    Ai sensi dell’articolo 17 dello Statuto, il Consiglio di Amministrazione, previo parere obbligatorio del Collegio Sindacale, nomina il dirigente preposto alla redazione dei documenti contabili, ai sensi dell’articolo 154-bis del Testo Unico e ne determina il compenso.

  • Responsabile funzione Internal Audit

    Il compito della Funzione Internal Audit riguarda la razionalizzazione, formalizzazione e aggiornamento, di concerto con la Funzione Organizzazione, delle procedure operative legate alle diverse funzioni aziendali. L’attività dell’Internal Audit si sostanzia inoltre nell'esecuzione dei test di compliance per conto del Dirigente Preposto e dell’Organismo di Vigilanza ai sensi del Decreto 231, della predisposizione di report riassuntivi dell’attività periodica svolta nel semestre e nell’esercizio e della supervisione dell’attività svolta dal dirigente preposto in conformità a quanto richiesto dalla Legge 262/2005.Il Responsabile della funzione è incaricato, assieme al Comitato Controllo Rischi, di verificare che il sistema di controllo interno sia sempre adeguato, pienamente operativo e funzionante.

  • 1

Questo sito non utilizza cookie di profilazione ma solo cookie tecnici che vengono utilizzati per garantire la corretta funzionalità del sito e dei suoi servizi.