Corporate GovernanceControllo interno e gestione rischi

Regolamento Parti Correlate

Il Regolamento Parti Correlate racchiude le regole e i principi generali in materia di procedure che le società italiane con azioni quotate in mercati regolamentati italiani (o di altri paesi dell’Unione Europea) e con azioni diffuse tra il pubblico in misura rilevante sono tenute ad adottare, al fine di assicurare la trasparenza e la correttezza, sia sostanziale che procedurale, delle operazioni con parti correlate, poste in essere direttamente o per il tramite di società controllate.

Il Comitato Parti Correlate è chiamato a esercitare le sue funzioni in merito a:

  • esprimere un parere motivato non vincolante sull'interesse della Società al compimento delle Operazioni di Minore Rilevanza nonchè sulla convenienza e sulla correttezza sostanziale delle relative condizioni;
  • nel caso di Operazioni di Maggiore Rilevanza, è coinvolto nella fase delle trattative e nella fase istruttoria. Terminata questa fase esprime un parere motivato vincolante sull'interesse della Società al compimento dell'Operazione nonchè sulla convenienza e correttezza sostanziale delle relative condizioni.

Operazioni con Parti Correlate di minore rilevanza
Nell’ipotesi di operazioni di minore rilevanza, il Regolamento Parti Correlate prescrive un parere motivato non vincolante del Comitato per le Operazioni con Parti Correlate; la facoltà del Comitato di avvalersi di esperti indipendenti di propria scelta; un’informativa ex ante adeguata e completa; la presenza, nei verbali delle delibere di approvazione dell’operazione di minore rilevanza, di un’adeguata motivazione circa l’interesse della Società a compiere l’operazione, nonché la convenienza e la correttezza sostanziale delle sue condizioni; un’informativa al pubblico (almeno trimestrale) sulle operazioni approvate con contestuale pubblicazione dei pareri negativi. L’amministratore delegato rende una completa informativa al Consiglio di Amministrazione ed al Collegio Sindacale, sull’esecuzione delle operazioni , con cadenza trimestrale. Queste disposizioni si applicano anche quando l’operazione è di competenza dell’Assemblea o dev’essere deliberata.

Operazioni con Parti Correlate di maggiore rilevanza
Con riferimento alle Operazioni con Parti Correlate di maggiore rilevanza la Società si avvale della facoltà di applicare la procedura stabilita per le operazioni di minore rilevanza. Nel caso in cui non possa più qualificarsi come società quotata di minori dimensioni, adeguerà la presente Procedura alle disposizioni derogate. Con riferimento alle operazioni di maggiore rilevanza la competenza a deliberare spetta, in via esclusiva al Consiglio di Amministrazione; il Comitato per le Operazioni con Parti Correlate viene coinvolto sia nella fase delle trattative che in quella istruttoria, ricevendo un flusso di informazioni completo e con la facoltà di chiedere chiarimenti e formulare osservazioni agli esecutivi; la delibera viene assunta interamente dall’organo amministrativo con il parere non vincolante del Comitato Parti Correlate, il quale può avvalersi di esperti indipendenti di propria scelta; i verbali delle delibere di approvazione contengono una adeguata motivazione circa l’interesse della Società a compiere l’operazione, nonché la convenienza e la correttezza sostanziale delle sue condizioni; un’informativa al pubblico sulle operazioni approvate con contestuale pubblicazione dei pareri negativi; l’amministratore delegato rende, con cadenza trimestrale.

Operazioni con Parti Correlate compiute per il tramite di società controllate
Le operazioni compiute tramite società controllate, che non ricadono nelle Operazioni Escluse, devono essere preventivamente approvate dal Consiglio di Amministrazione, previo parere non vincolante del Comitato per le operazioni con Parti Correlate. In relazione a ciascuna operazione il Consiglio di Amministrazione e il Comitato Parti Correlate devono ricevere, a cura della società controllata, non appena possibile, un’informativa idonea a consentire un preventivo esame dell’operazione medesima.
Per il rilascio del proprio parere, il Comitato Parti Correlate ha facoltà di richiedere informazioni agli organi delegati della società controllata e può farsi assistere a spese della Società, da uno o più esperti indipendenti di propria scelta. Le società controllate devono garantire un flusso informativo nei confronti della Società, fornendo tempestivamente al dirigente preposto alla redazione dei documenti contabili tutte le informazioni relative all’operazione.

Questo sito non utilizza cookie di profilazione ma solo cookie tecnici che vengono utilizzati per garantire la corretta funzionalità del sito e dei suoi servizi.