Responsabilità socialeLa politica CSR del Gruppo Waste Italia

La politica CSR del Gruppo Waste Italia

Molte delle iniziative proposte (Bilancio di Sostenibilità) e delle certificazioni sono state conseguite precedentemente all’operazione di razionalizzazione del business, avvenuta nell’ottobre 2015. A seguito di questa operazione, Kinexia Spa, che controllava sia il ramo ambiente sia quello energetico, si concretizza nel Gruppo Waste Italia  e concentra il business solo sul versante ambientale.

Fin dalla sua nascita il Gruppo ha scelto di declinare le proprie attività di business secondo i principi della sostenibilità ambientale e sociale. Missione e Codice Etico rappresentano le linee guida di questo modello industriale che coniuga l’esigenza di produrre valore per i suoi investitori con un forte impegno in campo ambientale e sociale attraverso un continuo dialogo con i propri stakeholder.

Il Primo Bilancio Integrato di Gruppo Waste Italia SpA rappresenta il principale documento di rendicontazione della società sui risultati economici e sulle principali attività svolte nel 2015 nonché su quelle previste per il 2016 in riferimento al mercato, all’ambiente, alle persone e alla comunità locale.
Rispetto allo scorso anno la Società ha stabilito di proiettarsi verso la rendicontazione integrata, non limitandosi quindi all’elaborazione del classico report di sostenibilità separato dal Bilancio di Esercizio, ma integrando quest’ultimo con le informazioni principali riguardanti le tematiche socio-ambientali.
Le linee guida di rendicontazione degli aspetti legati alla sostenibilità seguite dal Gruppo sono rimaste, come per gli anni precedenti, quelle riferite al GRI, sia perché rappresentano il modello più adottato a livello nazionale ed internazionale, sia perché si basano sul concetto di materiali-tà, intesa come rilevanza dell’informativa, prevedendo che ciascuna organizzazione selezioni gli aspetti economici, ambientali e sociali rilevanti su cui focalizzare la propria reportistica.

La selezione avviene in base alla valutazione degli impatti che tali aspetti hanno sull’organizzazione e dell’influenza che potrebbero avere sulle valutazioni e decisioni dei portatori di interesse. A partire dai principi del GRI (G4), il processo che ha portato all’individuazione degli aspetti mate-riali rendicontati del tutto o in parte nel bilancio integrato si è articolato in una serie di interviste effettuate sia al management aziendale, sia agli stakeholder di riferimento.

L’obiettivo aziendale è stato infatti quello di individuare gli aspetti considerati più critici dai diversi attori (interni ed esterni) in modo da poterli analizzare e rendicontare verificandone l’effettivo impatto e le potenziali azioni migliorative. Nella Matrice di materialità si riportano i risultati di tale analisi. Il presente documento si pone l’obiettivo di raccogliere i principali indicatori rendicontati nel bilancio integrato introducendo anche aspetti non inseriti nel documento integrato.

mission2

codice2

relazione2

progetti2

Questo sito non utilizza cookie di profilazione ma solo cookie tecnici che vengono utilizzati per garantire la corretta funzionalità del sito e dei suoi servizi.